Le Stanze della Memoria


Le Stanze della Memoria, inaugurate a Siena il 27 gennaio 2007, propongono un itinerario che ripercorre la storia della città dall’inizio del Novecento, focalizzando i temi cruciali del fascismo e della Resistenza, fino alla Liberazione.

Siena, con il suo territorio, è stata fortemente coinvolta nelle vicende di quel Novecento che ha vissuto sommovimenti sociali e conflitti bellici senza precedenti. Le Stanze della Memoria vogliono essere una finestra che si affaccia su un panorama storico da cui trarre motivi quotidiani di riflessione per un impegno civile sempre rinnovato che ampli quegli spazi di libertà e di giustizia sociale aperti e conquistati dagli uomini e dalle donne che sono stati protagonisti di quelle tormentate vicende.
Le Stanze acquistano maggiore forza e suggestione perché collocate nella “Casermetta”, che fu la sede dei fascisti della Repubblica Sociale, dove si interrogavano e torturavano gli antifascisti arrestati e da dove partivano i reparti della Guardia Nazionale Repubblicana per i rastrellamenti e le conseguenti fucilazioni dei partigiani.
Uno dei principali impegni dell’Istituto Storico della Resistenza Senese e dell'Età Contemporanea per la gestione di un luogo così simbolico è di rendere le Stanze uno spazio-laboratorio per gli studenti, attraverso il quale conoscere uno dei pezzi di storia senese tra i più intensi e drammatici, ma allo stesso tempo di eccezionale slancio popolare e umano verso traguardi di emancipazione sociale e di libertà.

Regolamento